StampaPassaparolaRSS Feed

Home > Rivista > Viaggi > Cabilao Island (Filippine): coralli giganteschi e un macro-paradiso

Viaggi

Pubblicato: 13/12/2007

Autore: Fredy Brauchli

Graduatoria

[ 4.67 | 3 Utenti ]

Tag

Makro

[ Edita tag ]

Dati cartografici

Latitudine: 9.87822 / N 9° 52.693'
Longitudine: 123.775002 / E 123° 46.5'

Immagini



Beeindruckende Blattschwammformationen am Saumriff beim South Point


Die schön gezeichneten Eischnecken Calpurnus verrucosus leben auf Lederkorallen.


Prächtig gezeichnet und dennoch schwer zu erkennen, der Riesenanglerfisch auf nächtlicher Lauer


Geographisch weit verbreitet und dennoch selten gesehen: Die Prachtsternschnecke Glossodoris hikuerensis.


Der über einem Federstern schwebende Harlekin-Geisterpfeifenfisch hat sich seiner Umgebung perfekt angepasst


Die leuchtend rot-violette, flinke und ca. 1,5 cm kleine Springkrabbe Lauriea siagiani lebt auf Fassschwämmen.


Eine der Attraktionen: Die „elektrische Muschel“, deren Stromfluss feine weisse Reflexe am Muschelrand auslöst.


In dieser orangen Färbung sehr seltene Partnergarnele Pontonides unciger.


Ihretwegen kommen viele Taucher nach Cabilao: Pygmäenseepferdchen Hippocampus bargibanti.


Beim knapp 1 cm grossen Pygmäenseepferdchen handelt es sich um die kleinste Art, d.h. um Hippocampus denise.

Video

Bookmark sociali



Le gigantesche formazioni di coralli su Chapel Point si estendono a vista d’occhio.

Le gigantesche formazioni di coralli su Chapel Point si estendono a vista d’occhio.

Cabilao Island (Filippine): coralli giganteschi e un macro-paradiso

Chi non ha paura del lungo viaggio, a Cabilao Island, oltre a una rigogliosa moltitudine di coralli, trova anche una eccezionale varietà di rari forme di vita minuscole.

Ammesso, il viaggio a Cabilao è lungo, molto lungo. Ma quando a sera tarda si mette piede sulla piccola isola delle Visayas, tutto ciò non importa più. Come benvenuto, a ogni visitatore viene messa al collo una bellissima ghirlanda di fiori. Il resort manager si informa immediatamente sui desideri gastronomici dei nuovi ospiti e passa l’informazione immediatamente alla cucina. I bagagli spariscono nei bungalow portati da anime leste e gentili, ed il rinfresco di una doccia dista solo pochi minuti. Le agognate immersioni a Cabilao diventano realtà il giorno seguente.

Immersioni su misura

In gruppi molto piccoli e composti individualmente andiamo alla prima immersione al sito Gorgonia Wall a nord-ovest dell’isola – una ripida parete ricoperta da numerosi coralli. E il mio desiderio segreto di vedere degli ippocampi pigmei viene esaudito già in occasione della prima immersione. Nel mezzo di una delle numerose gorgonie rosse il nostro guide Aking trova un esemplare del minuscolo cavalluccio marino nano Hippocampus denise. Registro nel logbook innumerevoli pesci corallini, diversi piccoli granchi e una rara lumaca ignuda del tipo Glossodoris hikuerensis. Ma si tratta solo dell’inizio.

Presso il capo nord-ovest di Cabilao si trova anche il punto d’immersione Lighthouse, la nostra tappa seguente. Già sul pendio che degrada regolarmente verso una parete quasi in verticale scopriamo un gruppo di pesci ago fantasma e un granchio del corallo molle. Procediamo tra un gran numero di granchi piccoli e minuscoli e numerose lumache ignude. Rarità dovunque si guardi. A circa 20 metri inizia il pendio ripido, rigoglioso di una vegetazione talmente impressionante che quasi ci fa ammutolire dalla sorpresa. Su una gorgonia color rosso scuro gli occhi di lince del nostro guide, causando gran gioia tra noi fotografi, scoprono diversi ippocampi nani rossi della specie Hippocampus bargibanti. L’incontro con altri due pesci ago fantasma durante il ritorno in superficie completa la soddisfazione che proviamo per questo bellissimo primo giorno di immersioni.

Relativamente pochi siti d’immersione, ma tutti eccezionali

Una immersione emozionante segue l’altra poi, in stile simile. L’isoletta con una superficie di soli 7,5 km2 dispone di soli dieci punti d’immersione circa, distribuiti lungo i 10 km di scogliera che circondano l’isola. Cosa affascina i sub che arrivano da tutto il mondo da un lato è la fantastica proliferazione di formazioni coralline e porifere, che a volte raggiungono dimensioni gigantesche e sono completamente intatte. Le più impressionanti viste di questo tipo si trovano sul capo sud-ovest tra Chapel Point e South Point, meno frequentate dai sub. L’altra attrazione è costituita dalla grande varietà di pesci riscontrabile, dovuta a due zone protette. Le innumerevoli piccole grotte e la rigogliosa vegetazione delle pareti a strapiombo costituiscono un habitat ideale per molti rari abitanti marini, che qui si ritrovano in rara densità.

Da 7 a 10 giorni di immersioni regolare permettono di farsi una buona idea della trasbordante varietà di forme di vita subacquea nei dintorni di Cabilao. Una o due immersioni notturne fanno parte, per così dire, del programma d’obbligo. Quasi tutte le immersioni notturne si svolgono nella zona di Cambaquiz, nell’angolo nord-est dell’isola, e permettono di approfondire ancora l’impressione di grande varietà zoologica. Pesci anguilliformi, murene, pesci pietra e mante, splendidi esemplari di coda di rospo, granchi dei tipi più diversi, rare lumache ignude e con guscio, ma anche pesci pegaso ecc. fanno sì che nessun fotografo debba tornare a galla deluso.

Island hopping a destinazioni vicine

La permanenza a Cabilao si può combinare bene con una visita ad altre destinazioni interessanti non molto lontane. Con i trasferimenti in barca organizzati individualmente, durante i quali sono possibili immersioni in posti fuori mano, si raggiungono entro poche ore altri punti d’immersioni ricchi di attrattive nelle Visayas. Un’occasione ideale per progettare su misura delle proprie preferenza la vacanza sub.

Informazioni

Il viaggio dall’Europa conviene farlo per aereo a Cebu. Poi si continua con il traghetto rapido per Tagbilaran su Bohol (ca. 2 ore), con il tassì a Sandingan (ca. 1 ½ ore), dove si prosegue per Cabilao su una piroga a bilanciere (ca. ½ ora).

Per l’ubicazione di Cabilao e i punti d’immersione vedere le cartine specifiche.

Data la scarsità di falde acquifere, l’acqua potabile sull’isola proviene da cisterne. L’energia elettrica (230 volt) viene generata da impianti solari ed è disponibile dalle ore 17.30 alle 23.30, nel tempo rimanente corrente solare da 12 volt.

Il Cabilao Beach Club si trova direttamente sulla spiaggia bianca con palme nel nord-ovest, in prossimità della località Cambaquiz. Il piccolo resort dispone di bungalow doppi ben curati, che sono disposti sopra e sotto lo scoglio direttamente sul mare. Il resort offre un fiorito e rigoglioso giardino tropicale e un buon ristorante con vista sul mare dalla costa a picco.

Il diving dispone di tutta l’attrezzatura necessaria e garantisce immersioni senza problemi, adattati ai requisiti degli ospiti. Tutti i punti d’immersione sono raggiungibili in barca in pochi minuti.

Ulteriori informazioni su www.cabilao.com e www.sea-explorers.com.